Biografia 2

10 marzo 2002-03-11

Nasce alle sei del mattino di un 3 settembre 1960, senza ostetrica nel lettone dei genitori.
Questa esperienza di “libera uscita” lo segnerà per il futuro, proiettando il suo ego verso la scoperta continua dei confini della libertà.
Sin da bambino gioca seriamente con matite e colori per raccontare il suo mondo.
Frequenta quotidianamente un corso di terapia di immaginazione trascendentale, fino al giorno in cui la proiezione tridimensionale di San Gennaro indirizza la sua energia creativa verso la fotografia.
L’acquisto della mitica Olympus OM1 nei tardi anni settanta lo fa entrare a pieno titolo tra i fotografi che marinavano la scuola.
Folgorato dalla facilità con cui si potevano fotografare le ragazze ( e quindi invitarle a cena), decide di studiare filosofia del rimorchio a bordo di una fotocamera ( testo di Daguerre- Guepierre).
Bocciato alla sessione di giugno, recupera con una strepitosa estate, quella del 1982, in cui raggiunge l’estasi proprio l’11 luglio quando l’Italia vince il Campionato del Mondo di calcio.
Divenuto adulto, decide di non passare più le estati al lido di Maccarese, mentre la passione per la fotografia lo costringe a girare continuamente per le vie di Roma.
Definitivamente succube del vizio (della fotografia), per rispettare un fioretto fatto a San Gennaro e a Lando Fiorini, crea una casa editrice con la quale edita appunto un libro su Roma, e uno su Napoli.
Con i proventi della vendita di questi libri riesce a sposarsi in un giorno d’autunno del 2001, con una donna del Friuli.
Nel frattempo, tra un progetto e l’altro, diventa improvvisamente papà di una stranissima bambina di nome Eva.
Nonostante lo choc post-parto riesca ancora ad amare la fotografia e a credere che da grande continuerà a fare il fotografo e l’editore.

Claudio Corrivetti


indietro  avanti